Mihajlovic: “Nuovo infortunio per Skov Olsen! Ho scelto il portiere, Sansone…”

Così Sinisa Mihajlovic ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida di domani contro la Roma:

Vignato l’ho visto bene, può giocare titolare, siamo quelli. Non ho l’imbarazzo della scelta, o gioca Vignato o il ragazzino della Primavera. Si sta allenando bene e domani partirà dall’inizio. Sansone purtroppo è ancora fuori invece. Skov Olsen? Ieri si è fatto male. Si riparte da zero. Si è stirato o no, non lo so, gli esami sono oggi. Non è convocato ovviamente. Inter? La scorsa partita l’abbiamo persa per una scelta mia, l’ho spiegato ai ragazzi. Ho chiesto scusa ai giocatori. Ho capito che noi a tre non possiamo giocare, semplice. Devo pensare di fare un gol più dell’altro, non a difendermi. Noi dobbiamo essere offensivi e basta. Potevamo comunque fare meglio, nonostante la sconfitta sia stata meritata. Da Costa o Ravaglia? Ho scelto ma non vi do tutta la formazione. Chiedete a Fonseca tutto l’undici della Roma e poi ve la dico. La cosa più importante per voi è la formazione. Non c’entra nulla, andiamo avanti. Da inizio campionato abbiamo 7 o 8 giocatori fuori per infortunio. Ci mancano solo le assenze per Covid, già è un problema ora. Speriamo di recuperare prima possibile tutti e di non avere giocatori positivi ecco. Una punta dal mercato? Non ci spero né più né meno rispetto agli ultimi anni. Ho letto le parole del presidente e sono pienamente d’accordo a metà con lui. Prima di fare più punti, noi dovevamo pensare al mercato, provare ad andare in Europa. Ma col Covid si è capito che non si possono fare investimenti. Abbiamo provato a fare la squadra più giovane d’Italia. Non siamo riusciti a prendere la punta. Prendiamo ciò che ci serve, funzionale, non tanto per prendere. Hickey? Non doveva giocare subito, non era previsto, ma poi si è fatto male Dijks. Ha fatto bene all’inizio, poi si è un po’ perso, è normale però attenzione. De Silvestri? A me serviva, è arrivato gratis, per spostare Tomiyasu al centro. So cosa può darmi soprattutto umanamente. Danilo e Palacio? Siamo aggrappati a questi due signori. Se si dovessero fare male anche loro – e può succedere – allora diventa un problema. Dijks? Si sta allenando, ha ancora paura, ogni tanto viene con noi in gruppo e ogni tanto no. Ci vuole tempo. Da qui a dire quando sarà disponibile, vediamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *