Mihajlovic: “Skov Olsen ancora titolare. E può giocare anche Svanberg”

Queste le parole con cui Sinisa Mihajlovic ha presentato la sfida contro il Benevento:

HICKEY – “Per me coraggio significa prendersi delle responsabilità, pensare per tutti i 90 minuti alla squadra, rischiare di più in certe zone di campo, per me questo è coraggio. Appena ho visto Hickey ho capito che era pronto, a partire dai video. Quando è arrivato qua e l’ho visto giocare ho rinforzato la mia idea. Poi ci vuole coraggio a farlo giocare ma penso che con i giovani sia sempre importante dargli fiducia”.

SCELTE – “Svanberg vicino a Schouten? Per me può giocare, quasi quasi domani lo facciamo giocare…”.

ORSOLINI – “Gli abbiamo fatto anche un programma personalizzato in modo che non perda condizione nella settimana del ritiro azzurro. Domani giocherà Skov Olsen”.

INZAGHI – “L’anno scorso è stato esonerato ma capita a tutti. Ora è migliorato come mentalità ed è importante capire dove si ha sbagliato in passato. Ha sicuramente cambiato il suo modo di vedere il calcio”.

MEDEL AL POSTO DI POLI – “Vediamo se giocherà… sicuramente è un giocatore che ha vinto due coppe America come difensore centrale ma che può dare tanto anche a centrocampo”.

SKORUPSKI – “Difficoltà coi piedi? Si ma io gli chiedo di giocare così perché solo giocando si può migliorare. Non possiamo sempre buttare avanti la palla, né giocarla per forza. E’ lui in campo quindi è lui stesso che deve decidere in base alle situazioni. Se la squadra avversaria pressa molto è sicuramente più difficile uscire palla al piede”.

PUNIZIONI – “Non si impara a tirare le punizioni, alla base ci deve essere un buon piede. Abbiamo tanti giocatori che possono migliorare, poi arrivare a tirare le punizioni come Mihajlovic o come altri che si sono distinti su quel fondamentale è difficile. Noi cerchiamo comunque di tirare fuori il massimo da tutti loro. Skov Olsen, Barrow, Sansone sono tutti giocatori che hanno nel sangue il calcio di punizione”.

PRIMA PUNTA – “Santander si è sempre allenato bene e Barrow avrebbe tutte le capacità, ma al momento la prima punta è Palacio”.

MERCATO – “Io sono contento della rosa che abbiamo, non che finisca il calciomercato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.