Genoa-Bologna, le pagelle dei rossoblù

LE PAGELLE DEL BOLOGNA

SKORUPSKI 6: attento sul sinistro di Barreca, per il resto viene chiamato poco in causa. Deve migliorare nelle uscite.

TOMIYASU 5,5: pronti via e si becca un’ammonizione dopo nemmeno un minuto. La sua prova non è brillantissima in fase di spinta, meglio in quella difensiva.

BANI 6,5: Kouame e Pinamonti sono due clienti difficili, eppure riesce sempre ad arginare le loro cavalcate con interventi puliti e decisi.

DENSWIL 6: come Bani, solamente che a volte commette alcune sbavature che rischiano di trasformarsi in disastri. Come quando si fa scavalcare dal rimbalzo della palla e trascina a terra Kouame a un passo dall’area di rigore.

KREJCI 5,5: spinge più di Tomiyasu, ma è la fase difensiva il suo punto debole. Ghiglione lo salta spesso e volentieri, per sua fortuna il Genoa non ne approfitta.

MEDEL 6,5: nel primo tempo è tra i migliori, nella ripresa la squadra sale di intensità e lui fa lo stesso. Elemento imprescindibile per il centrocampo rossoblù.

POLI 5,5: lotta su tutti i palloni, ha una ghiotta occasione di calciare da fuori area ma perde troppo tempo e si fa chiudere dalla difesa. Era una buona chance per tentare di sbloccare la partita.

ORSOLINI 5,5: è tra i più intraprendenti ma il suo mancino non lo assiste. Un paio di giocate interessanti sprecate con tiri che finiscono sulla bandierina del corner.

SORIANO 6,5: probabilmente poteva segnare nel finale, ma quanto è importante per questa squadra. Sulla trequarti sa sempre come farsi trovare smarcato, è lui a procurarsi il rigore fallito poi da Sansone.

SANSONE 5: l’errore pesa come un macigno, chiaro, ma non va crocifisso per questo. Il cucchiaio è stata una scelta azzardata e fallimentare (col senno di poi), ma se in quel momento se lo sentiva ha fatto bene a tentarlo. Detto questo, la sua partita vive di alti e bassi. Contro il Genoa più di bassi.

PALACIO 5: la sua generosità è impagabile, ma quello che gli è mancato davvero è stata la lucidità negli ultimi 16 metri. Nel primo tempo fallisce un contropiede sei contro tre calciando altissimo invece di servire i compagni meglio appostati.

DALLA PANCHINA

SANTANDER 6: entra bene in partita, lottando su tutti i palloni e mettendo lo zampino nell’azione che porta al rigore per il Bologna. Probabilmente una chance da titolare la meriterebbe.

DZEMAILI S.V

SKOV OLSEN S.V.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.