Dijks: “Tanti club mi hanno cercato ma a Bologna sono felice”

Queste le parole di Mitchell Dijks oggi in conferenza stampa:

“L’anno scorso con Inzaghi non siamo andati bene a inizio stagione, il cambio con Mihajlovic ha stravolto le cose sia per me che per la squadra. Abbiamo chiuso alla grande la stagione e ora sono un ragazzo totalmente diverso. Sento di essere un giocatore importante per il Bologna e in campo mi sento meglio. Il coach parla con noi e ora va molto meglio rispetto all’anno scorso, mi vedono un calciatore diverso.

Milan? Qualche club ha parlato con il mio agente e con il Bologna, ma io sono felice qui e per adesso starò qui. Il Milan è stato uno dei club interessati a me, però io ho scelto di restare qui. Voglio rimanere perché penso di essere importante per il club.

Mihajlovic? E’ cambiato molto per me, il mister è importante per noi. In questi sette mesi l’ho conosciuto meglio e sono molto in contatto con lui. Quattro giorni fa lo abbiamo sentito tramite Facetime ed è stata dura. Per noi è una figura di riferimento. Combatteremo per lui in allenamento e in partita, ci manca ma lavoriamo per lui e giocheremo per lui.

Europa? Abbiamo fatto un grande girone di ritorno, penso sia possibile andare in Europa nei prossimi anni vedendo la seconda parte di stagione, abbiamo battuto Inter e Napoli.

Roma? Tanti club mi hanno cercato ma non posso fare nomi.

Modulo? Io ho sempre giocato 4-3-3 ed è per me un modulo migliore, ma ora so meglio la lingua e potrei riuscire fare bene anche il 3-5-2, ma non credo che questo staff abbia intenzione di cambiare modulo.

Nazionale? Per me adesso il Bologna è la cosa più importante, so che se continuerò a fare bene avrò le mie chance. Ma la mia concentrazione ora è solo sul Bologna.

Denswil? Lui è venuto a vedere la partita con il Napoli dicendomi che il club lo stava cercando, io gli ho parlato della città, di quanto sia incredibile la gente di Bologna e che sarebbe assolutamente dovuto venire.

Giocatori esperti? Abbiamo amche tanti giocatori giovani e credo ci sia qui la giusta combinazione. Ora che Sinisa non c’è è importante che i veterani aiutino gli altri giocatori. Io voglio essere importante e mi sento importante, sono tra i veterani avendo 26 anni e voglio aiutare i giovani.

Tomiyasu? Takehiro è un gran bravo ragazzo, è un combattente giapponese e diventerà importante per noi”.

1 commento

  1. Brèv ragazèl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.