Menarini: “Questo Mihajlovic è da Europa. Se Saputo vorrà tenerlo…”

Sulle pagine del Resto del Carlino trova spazio un’intervista all’ex presidente del Bologna Menarini. Di seguito le sue parole riguardo a Mihajlovic:

Quando lo scelsi dieci anni fa non se l’aspettava nessuno e per questo fui molto criticata. La scelta, a prescindere da come andò a finire quell’esperienza, fu felice. Avevo intuito che dietro l’uomo e dietro l’allenatore c’era della stoffa. Oggi il Bologna è una squadra forte, determinata, che vince le partite, diverte e gioca un calcio corale. Ma soprattutto oggi il Bologna è praticamente salvo: un capolavoro. Quanto è cambiato? Allora era più spigoloso e nello spogliatoio bastava poco per farlo esplodere. Oggi lo vedo più saggio, più ammorbidito nei toni: in conferenza stampa fa le battute, ma si vede che non ha smesso di essere l’uomo leale e diretto che è sempre stato. Questa onestà i giocatori la percepiscono e gliela restituiscono in termini di prestazioni in campo. Il Bologna di dieci anni fa era meno attrezzato di questo: c’era solo un grande Di Vaio, che ci salvò con i suoi gol. Futuro? Sarei felice se rimanesse, ma credo che in questi tre mesi abbia dimostrato con i fatti di meritare qualcosa di più ambizioso di una squadra che lotta per salvarsi. Per trattenerlo occorre che il club faccia investimenti importanti sulla squadra, che costruisca un Bologna in grado di lottare per l’Europa. Dopo quello che ha fatto può sedersi su qualsiasi panchina nazionale o internazionale. E io dieci anni fa avevo già intuito quanto fosse bravo”.

1 commento

  1. Il punto non è cosa farà il bfc , ma cosa vorrà fare Sinisa .. e da tifoso , qualunque cosa faccia sarà sempre un grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.