CONFERENZA – Gattuso: “Il Bologna sta bene, le parole di Mihajlovic devono caricarci”

Giornata di conferenza stampa per Rino Gattuso, che ha presentato la sfida in programma domani contro il Bologna. Queste le sue parole riportate da Tmw.

Compleanno di Caldara: “Prima di cominciare voglio fare gli auguri a Caldara per il compleanno, lo aspettiamo a braccia aperte”.

Cosa ha visto nel ritiro? “La squadra si è allenata bene ed è incazzosa, quando si fa il ritiro non è il massimo, però abbiamo il dovere di assumerci le responsabilità”.

Cosa succede in questi momenti?: “I giocatori devono capire che maglia indossano, in quel momento non ci stavamo con la testa e ho voluto fare qualcosa di diverso con il ritiro, questo ci ha rafforzato perchè siamo rimasti insieme”.

Champions ancora possibile? “Ci vuole ambizione, l’orgoglio di poter giocare la Champions e sentire quella musichetta. Stiamo attraversando un periodo negativo, però bisogna vedere quelle partite per capire le facce dei giocatori. Chi è al Milan deve vedere quelle partite li e mostrare orgoglio”.

Come vedi il Bologna?: “Stanno bene, da quando è arrivato Sinisa hanno fatto tanti punti, ma dobbiamo fare una prestazione gagliarda e mostrare che siamo vivi”.

Cosa è stato detto nel summit con la dirigenza? “Che dobbiamo migliorare e far rendere al meglio i giocatori. Abbiamo dato continuità all’incontro negli spogliatoi dello stadio di Torino”.

Futuro? “Ho due anni di contratto, le dimissioni non fanno parte del mio modo di essere. Il mio obiettivo è portare il Milan in Champions”.

Sei dimesso? “Non è vero, se ero dimesso me ne andavo a casa e stavo con i miei figli. Non dite che sono dimesso o molle”.

I giocatori fanno serate? “Non me ne frega nulla, a me interessa il giocatore come si allena, della vita privata non mi interessa. L’importante è quando stanno nella struttura.

Bakayoko ha sbagliato? “Si e ha chiesto scusa, quindi caso rientrato”.

La squadra ha avuto degli alibi? “No perchè hanno sempre dato il massimo, siamo questi e lo dicono i risultati che stiamo facendo. Non sono pentito di ciò che ho detto sul gruppo, mi aspetto che domani torniamo a battagliare”.

Com’è il rapporto con Leonardo e Maldini? “Direi basta, c’è un rapporto professionale e di stima. Poi a livello di vedute di calcio ci può essere una discussione invece a livello umano ci diciamo le cose in faccia. A me la società non ha mai detto che devo andare via l’anno prossimo, sono cose che dite voi. C’è grande rispetto nei confronti di Leo e Maldini”.

Le parole di Mihajlovic? “Ci devono dare forza, è ciò che in questo momento le altre squadre pensano di noi, dobbiamo reagire e ricordarci di queste parole qui”.

Cosa ti aspetti dalla squadra in questo finale: “La voglia di far vedere a tutti che non siamo morti. La voglia di far vedere che ci siamo”.

Il ritiro? Non ci ho mai pensato, sono contro ai ritiri, vorrei abolirli i ritiri, però poi ci sono delle regole e se si rompe un qualcosa si possono adottare altre soluzioni. Ma in generale sono contro ai ritiri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.